Primo passo del cambiamento: se sei imprenditore, ascoltati prima di ascoltare

Se hai scelto di essere imprenditore e di aprire una partita iva, sia che tu sia libero professionista, sia che tu lavori con dei soci o abbia semplicemente deciso di aprire la tua ditta individuale o azienda a conduzione familiare, è importante che tu possa dotare la tua attività dei 4 pilastri autorevoli per il tuo brand e per il tuo mercato: il tempo, il coraggio, l’ascolto e il perdono. Nel corso di questi giorni, conosceremo tutti gli aspetti nel dettaglio, ma oggi voglio concentrarmi con te sull’ascolto verso te stesso.

Puoi raccontartela quanto vuoi, ma se sei un professionista, é ora di smetterla di raccontare che la comunicazione é il primo pilastro per il proprio business e che anche quando non parliamo, stiamo comunicando. E’ vero questo principio, come è vero che tutto parte dall’ascolto.

Cosa significa ascolto? Significa dare spazio e voce a sé stessi, prima che permetterci l’opportunità di ascoltare gli altri. Comprendere veramente cosa desideriamo fare, in che modo possiamo fare la differenza nel mercato. Domande come le seguenti possono aiutarci a toccare le giuste corde.

le cinque domande per ascoltare te stesso nel business

 

Prendi un foglio ed una penna e rispondi a queste semplici domande fornendo la risposta più sincera per te. Non è un compito in classe e nessuno è qui per giudicarti o giudicare la  qualità delle tue risposte, perché l’unica persona alla quale è importante che sia sincera, sei tu. Scrivi dunque, tutto quello che ti viene in mente ad ogni domanda, buttando giù tutto. Immagina di sfogarti con te stesso, o con il/la tuo amico/a del cuore e raccontando tutto quello che ti viene in mente.

Non è un problema di lunghezza, puoi anche scrivere pagine intere su una sola domanda. Tutto quello che aggiungerai su questo foglio, ti sarà utile per individuare gli aspetti migliori di te e quelli sul quale andare a lavorare, nel giorno in cui troverai il coraggio di affrontare tutto questo. Non è importante quel che scrivi, ma è fondamentale che tu lo faccia, qui e ora. E’ il tempo giusto ed è ora di accettare tutto quello che è stato fatto e vorresti realizzare con tutto te stesso. E perdonarti per non averlo concretizzato fino ad oggi. E solo dopo aver risposto a tutte e cinque le domande e riletto, potrai veramente cominciare ad ascoltare i tuoi clienti, individuando tutti i suoi bisogni, le sue esigenze e i suoi dubbi. Come? Te lo spiego prossimamente, a prestissimo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *